Shore diventa nave: la pazienza degli elettori non è infinita.

In Svezia, la “destra” ha vinto le elezioni generali, anche se di poco. In Italia, la “destra” o l’”estrema destra” o la “destra populista” hanno buone possibilità di vincere le elezioni. In Francia, Emmanuel Macron ha vinto – ma di poco – le elezioni presidenziali, ma poi ha perso la maggioranza alle elezioni legislative. E il partito di Marine le Pen è diventato il più grande partito di opposizione.

La maggior parte dei media è molto preoccupata per ciò che viene descritto come l’ascesa della “destra” o dell'”estrema destra” o della “destra populista”. Queste preoccupazioni si estendono anche all'”Europa”, poiché l’Unione Europea non è molto buona in molti di questi partiti. C’è anche preoccupazione per le parole gentili che alcuni di questi partiti hanno rivolto a Vladimir Putin.

Ma la maggior parte dell’attenzione di solito va ai legami tra nazismo e fascismo e quali partiti vincono. L’ex primo ministro svedese ha definito i Democratici svedesi – fondati nel 1988 – un “partito razzista con radici naziste”. Resta da vedere se questo è vero, ma gli attuali governanti devono aver fatto uno sforzo per tenere lontane le persone sgradevoli. A causa di questa reputazione, i democratici svedesi possono tollerare, ma non governare.

In Italia, domenica prossima, Giorgia Meloni dei Fratelli d’Italia vincerà le elezioni legislative anticipate con un quarto dei voti. Il suo partito discende via via dal movimento fascista del dopoguerra, anche se considera il suo partito un normale partito conservatore.

In Germania l’AfD ha ceduto un po’, ma è ancora un grande partito, fondato contro l’euro, gonfio dal flusso di richiedenti asilo, ma mai del tutto privo di neonazisti vendicativi.

Il Vlaams Belang, che esiste da trent’anni – prima come Vlaams Blok – è un partito prevalentemente borghese, ma è certamente radicato nella solidarietà del dopoguerra con la collaborazione fiamminga con l’occupante nazista (che, d’altrove, fu molto punito più severamente della collaborazione vallone, che non vi è caduta).

La legge non è un concetto neutrale

Nella maggior parte dei media, la “destra” ha già una cattiva reputazione e se ciò non bastasse vengono aggiunti concetti come “radicale”, “estremo” o “populista”. Ma anche senza questo legame, l’associazione con la Germania di Hitler e l’Italia di Mussolini si fa presto. L’esperienza di Marine le Pen, figlia di un padre apertamente antisemita, mostra che è difficile liberarsi di questa associazione.

Non è la prima volta che l’establishment politico del mondo occidentale si lamenta di una tendenza etichettata come “di destra”, “nazionalista” o “populista”. Il referendum britannico sulla Brexit e la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali statunitensi (entrambi nel 2016) hanno sparato al muro.

All’inizio del 2017, la destra radicale – come la chiameremo noi – si è riunita nell’Unione Europea a Coblenza per quello che sarebbe stato un anno trionfante. Non è stato così, o almeno molto meno di quanto sperato. Ora, ma senza una coalizione europea visibile, ci sarebbe una nuova ondata di destra.

Sorgono alcune domande. Ad esempio: tutto ciò che si chiama destra è davvero di destra, per non parlare di estrema destra? E in secondo luogo, gli elettori si stanno spostando a destra perché sono diventati improvvisamente di destra, o addirittura di estrema destra, o hanno altri motivi per votare?

In Svezia, c’è chiaramente una relazione tra l’orribile serie di omicidi di gruppo del passato, invariabilmente dentro o da quartieri di immigrati, ei risultati elettorali. In Svezia, la riva fa girare la nave. Per decenni, la Svezia ha voluto essere una sorta di Paese guida politicamente corretto, accogliendo chiunque provenisse da altre parti del mondo. Ora viene pagato un prezzo alto per questo.

In Francia c’è stata la resistenza dei gilet gialli – contro la politica climatica – e le persistenti preoccupazioni per gli alti livelli di immigrazione, terrorismo, criminalità e mancanza di integrazione. Alcune delle stesse cose stanno accadendo in Italia, oltre all’avversione per l’establishment consolidato. La fiducia nell’UE non è evidente in nessuno dei due paesi.

E nei Paesi Bassi?

Nelle ultime settimane, Wynia’s Week ha pubblicato una serie di articoli che dipingono collettivamente un ritratto dei Paesi Bassi alla fine dell’estate 2022. Non è un quadro felice.

In breve, questo significa che di fronte a una crisi dei costi senza precedenti – cibo dieci per cento più costoso, carburante da 3 a 4 volte più costoso – il paese è guidato da un governo che per lo più continua quello che stava facendo. Questo è un programma per il quale non c’era già una maggioranza, almeno non tra la popolazione. Questo programma può essere riassunto come segue: diversità, sostenibilità e coercizione.

Democrazia disfunzionale e sfruttata

Io stesso ho scritto alcuni articoli in cui prevedo una rivolta pane e carburante contro un “gabinetto disfunzionale”, in cui ho abbozzato come i cabinet Rutte hanno cantato lontano dai Paesi Bassi negli ultimi anni e come ciò sia stato possibile, in particolare grazie a quella che ho chiamato “democrazia con leva”.

Nick Ottens ha descritto come, travestita da “Consiglio di sicurezza”, sia stata istituita una forza ombra subdola che non ha basi legittime. Ha anche descritto come il governo potrebbe fare qualcosa per il flusso di asilo, ma a quanto pare non vuole. Perché i Paesi Bassi sono un paese di asilo così popolare. E perché gli olandesi costano ancora più dei loro vicini con gas e luce.

Arnout Jaspers descrive instancabilmente come il nostro governo stia dando la caccia al clima e alla natura. Che la natura non stia affatto per crollare, solo per citarne alcuni. Anche se questo è stato il principale punto politico del gabinetto per mesi.

Bina Ayar, come altri autori, descrive come il nostro governo, che è più bravo a creare problemi che a risolverli, ami usare la coercizione per allineare i nostri cittadini. Ricordi il coprifuoco di diversi mesi di cui non sono stati individuati vantaggi ma molti svantaggi?

Nel frattempo, vengono introdotti tutti i tipi di campanelli d’allarme ei nostri politici stanno viaggiando per il mondo per indagare sulla nostra storia di schiavitù e fornire scuse, come descriviamo abitualmente.

Questa è solo una piccola selezione di articoli e rubriche di Wynia’s Week, che insieme dipingono un quadro travagliato di politici che hanno trascurato le loro antenne nella società, sono guidati da un’utopia cosmopolita e non hanno idea delle preoccupazioni dei cittadini comuni. ( ‘chi e ‘questa gente’).

In Olanda nessun politico con radici storiche nel nazismo o nel fascismo è pronto, anche se un partito (Forum for Democracy) fa fatica a tenersi alla larga dall’antisemitismo e il leader di un altro partito (PVV) è stato condannato per “insulto collettivo”. Ciò non cambia il fatto che questi partiti sono anche fortemente associati all’estremismo nei media e dagli oppositori politici.

Ma non sarebbe altrettanto interessante vedere perché gli elettori – anche in Olanda – si stanno allontanando dai partiti che di solito governano e verso politici che finora non l’hanno fatto o addirittura sono interessati al distacco? I motivi sono tanti.

Non deve essere il richiamo della “destra” o anche dell'”estrema destra” a spingere gli elettori a votare per partiti così etichettati. È probabile, invece, che sia inspiegabile disgusto per l’establishment al potere che sta spingendo gli elettori a cercare alternative.

La settimana di Wynia c’è 104 volte l’anno, indipendente, libero e reso possibile dai donatori. Non sei ancora un donatore? Puoi donare QUA. Grazie!

Ulisse Esposito

"Studente. Specialista del Web. Guru della musica. Esperto di bacon. Creatore. Organizzatore. Tipico viaggiatore. Studioso del caffè. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

desi hard porn youjizz.sex vel movie pooja xxx pornojo.mobi indian porrn videos قصص محارم شراميط analotube.net نيك مصرى قديم porn vergin xbeegtube.mobi bangali xxx in 31 tagalog tvteleserye.net ang probinsyano march 8 2022 episode advance full episode
blonde pussy freejavporn.mobi 麻呂の患者は ارضع بزازي fastfreeporn.com عنتيل المحلة sex telugu sex xxxx nimila.net tubetrooper bihari local sex video bigztube.mobi bollywood hq kajal agarwal sex pornspider.info hut sexy video
سكس فدي samyporn.com سكس جد desi xxx clips tubevector.mobi www.x video سكس مؤخره freepornarab.net سكس مخنثين xvxx videos hindisexclips.com free xvideos download shota futa guruhentai.com witch of steel: annerose