Satellite XXL per Internet veloce nello spazio

enel conto alla rovescia finale, poi l’orizzonte brilla come l’alba. La terra trema. Quando masse di fumo e vapore iniziano a diffondersi sul terreno, il razzo è scomparso da tempo e si sta dirigendo nello spazio.

Mercoledì alle 18:45 ora locale, il lanciatore pesante Ariane 5 è decollato dallo spazioporto di Kourou nella Guyana francese per la quarta volta. Ha lanciato con successo un satellite della società francese Eutelsat in orbita terrestre. Martedì la partenza è stata posticipata a causa delle condizioni meteorologiche. Poi mercoledì nulla ha ostacolato lo spettacolo di Kourou.

Dopo poco meno di due minuti, il razzo era solo un minuscolo puntino nel cielo da terra. La procedura che seguì andò come previsto: i booster furono prima gettati in mare a un’altitudine di 68 chilometri, poi il razzo perse la carenatura del carico utile a un’altitudine di 111 chilometri.

Dopo quasi nove minuti, il main stage da 190 tonnellate aveva fatto il suo lavoro ed era precipitato verso il mare, dove doveva essere recuperato insieme agli altri componenti. Dopo mezz’ora, solo il satellite è rimasto e si è diretto nell’orbita prevista a un’altitudine di diverse migliaia di chilometri. Adesso era chiaro: il lancio del razzo era riuscito.

Trattative con Telekom & Co.

Con ogni probabilità, ci vorrà fino alla fine di febbraio prima che il satellite per telecomunicazioni geostazionario, alto 8,8 metri, che è il più grande mai lanciato dagli europei, completi la sua fase di test e inizi i lavori. Si tratta principalmente di portare Internet ad alta velocità in aree remote dell’Europa, del Nord Africa e del Medio Oriente. La velocità di trasferimento dati di Konnect VHTS è di 500 gigabit al secondo.

È un grande balzo in avanti per l’operatore Eutelsat, dopo che il satellite precedente Konnect, decollato due anni e mezzo fa, ha raggiunto solo 45 gigabit al secondo. Con Konnect VHTS combattiamo contro il “digital divide”, ha dichiarato Eva Berneke, boss di Eutelsat. Ora spetta alle società di telecomunicazioni rendere l’infrastruttura utilizzabile da quante più persone possibile.

E’ già stato raggiunto un accordo con i principali fornitori francesi e italiani, Orange (ex France Telecom) e Telecom Italia, ha spiegato Berneke, mentre sono ancora in corso le trattative con altri fornitori. Questo vale, ad esempio, per Deutsche Telekom. Ora deve decidere se acquisire o meno i diritti per utilizzare Konnect VHTS e metterli a disposizione dei suoi clienti. Nel caso del predecessore del satellite Konnect, questo era il caso.

Eutelsat, accusata da mesi di aver cessato di trasmettere canali russi con contenuti di propaganda tramite i suoi satelliti solo su insistenza dell’autorità francese di controllo sui media e non di propria iniziativa, parla di circa mezzo milione di famiglie nei 60 paesi del la regione target del nuovo satellite era finora priva di Internet veloce.

“500 gigabit al secondo sono una svolta”

In futuro, potranno utilizzarlo per navigare in Internet a casa e in viaggio alla stessa velocità delle case con una connessione in fibra ottica – “economicamente”, come ha sottolineato il capo dell’azienda. , perché non è più necessaria la costosa posa di cavi con infrastruttura satellitare. Anche i viaggiatori che transitano in queste regioni e l’aviazione e la navigazione europea dovrebbero beneficiare del satellite. I costi di produzione sono stimati in circa un milione a tre cifre, ma non sono noti.

Konnect VHTS ha prodotto con Thales Alenia Space, una joint venture franco-italiana in cui la società tecnologica Thales detiene due azioni e l’armatore Leonardo un terzo delle azioni. Il periodo di costruzione è durato quasi quattro anni. Ad agosto, il satellite da 6,4 tonnellate viene spedito nella Guyana francese, rifornito di carburante e integrato nel veicolo di lancio prima che, dopo le prove generali e la preparazione del razzo, venga trasferito dall’assemblaggio finale all’area di lancio all’inizio di settembre.

Ulisse Esposito

"Studente. Specialista del Web. Guru della musica. Esperto di bacon. Creatore. Organizzatore. Tipico viaggiatore. Studioso del caffè. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *