Il supermercato italiano “Primo Prezzo” si trasferisce a Weinstadt: che ne sarà del negozio Winnenden? – Notizie da Winnenden

Silvestro Hharra ne ha abbastanza di Winnenden. Certamente non i clienti e la città stessa. Molti altri locali allo Steinweg. Nel corso del mese di giugno se ne va dunque lasciando dietro di sé Winnenden. È risaputo che non si cammina mai completamente, e così è anche per il titolare di “Primo Prezzo”.

Cercando un magazzino a Winnenden, ne ho trovato uno a Weinstadt

Continua a vivere a Winnenden e immagazzinerà almeno una parte della merce per il nuovo negozio a Weinstadt vicino alla stazione di Endersbach sulla Raiffeisenstrasse a Winnenden. “In futuro utilizzerò l’attuale negozio come magazzino”, afferma. Gli sarebbe piaciuto restare a Winnenden dopo la vendita. “Ma è semplicemente troppo stretto”, si lamenta. Dal punto di vista del cliente tutto è andato molto bene fin dal primo giorno, sottolinea. “Ad eccezione della pandemia del coronavirus. Ma chi non ha lottato? »

Cercava da tempo un accampamento vicino allo Steinweg a Winnenden. “Ma non sono riuscito a trovare nulla di conveniente”, dice. Quindi si informò anche fuori e alla fine trovò quello che cercava a Weinstadt. “Attualmente dispongo di una superficie di vendita di circa 250 mq. A Weinstadt ce ne sono 700, con cui è molto più facile lavorare”, riferisce Hharra.

In ogni caso c’è malinconia, non gli piace lasciare Winnenden con i suoi affari. “Ma i corridoi sono semplicemente troppo stretti. Se qualcuno si ferma con il carro, non può passare nessuno. Inoltre dovevamo costantemente riorganizzare la merce in modo che ci fosse abbastanza spazio. È stato molto noioso”, afferma Hharra, che ha rilevato l’attività nell’ottobre 2019.

Il distretto di Rems-Murr non è estraneo

Non è estraneo al distretto di Rems-Murr, poiché gestiva anche un supermercato italiano con il nome “Italmec” a Fellbach-Schmiden, prima ancora lavorava nel negozio di suo padre a Stoccarda Bad Cannstatt, dove è anche cresciuto. “Vengo da Cannstatt”, dice. Prima dell’apertura del “Primo Prezzo” nell’autunno del 2019, non aveva mai avuto molti contatti con la città di Winnenden. “In effetti conoscevo la città solo di sfuggita, oppure quando consegnavo la merce con mio padre”, spiega.

I clienti provengono anche da Stoccarda e Heilbronn

Tante novità arriveranno per Silvestro Hharra nelle prossime settimane, compresa un po’ di incertezza su come andranno le cose a Weinstadt. “Naturalmente sono emozionato e curioso di vedere se tutto andrà come voglio”, dice.

Porterà con sé alcuni articoli del negozio Winnenden di Weinstadt, ad esempio il sistema di cassa o gli scaffali. “Naturalmente spero che i clienti di Winnend restino con noi.” Circa il 70 per cento dei suoi clienti sono italiani, che provengono non solo dal distretto di Rems-Murr, ma anche da Heilbronn o Stoccarda.

Per un breve periodo pensò anche di continuare la sua attività a Winnenden e di aprire un secondo negozio. “Ma sarebbe stato troppo”, dice. Il personale è un grosso problema. Infatti, per una superficie di vendita più ampia, ha bisogno anche di più dipendenti. Hharra sta ancora cercando. “Trovare brave persone è molto difficile in questo momento”, ha detto.

Un membro della famiglia prenderà possesso delle camere allo Steinweg?

È possibile che in futuro le stanze affittate da Hharra sullo Steinweg si moltiplichino. Silvestro Hharra è in contatto con suo cugino che potrebbe valutare l’idea di aprire qualcosa. Resta da vedere se ciò avverrà effettivamente. “Al momento la situazione è incerta. Non c’è ancora niente di definitivo”, dice il proprietario del supermercato.

Ulisse Esposito

"Studente. Specialista del Web. Guru della musica. Esperto di bacon. Creatore. Organizzatore. Tipico viaggiatore. Studioso del caffè. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *