Il ministro italiano vuole escludere i giocatori squalificati

Roma, Italia.

Egli Ministro italiano dello Sport, Andrea Abodi, ha stimato venerdì che la questione del esclusione definitiva dalla Nazionale Italiana giocatori sospesi per aver fatto Parigi gli sport su piattaforme illegali dovrebbero essere “considerati”.

“Essere convocato nella Nazionale italiana dovrebbe, secondo me, esprimere il valore calcistico di un giocatore”. e anche il suo valore morale”, Lo ha detto Abodi nel corso di una trasmissione radiofonica su Rai 1.

“Non giocare più con la Nazionale non significa che smetti di essere un calciatore, ma che lo sei in un modo diverso. Questa è una domanda che bisogna porsi”, ha continuato.

  • “Non è un caso che la Federazione Italiana (FIGC) organizza, ha organizzato e organizzerà allenamenti per tutti i giocatori di tutte le Nazionali affinché prendano coscienza dei loro compiti. Sono punti di riferimento per questo che fanno dentro e fuori dal campo Se non si tiene conto di questo, è alto tradimento”, ha aggiunto.

Centrocampista della Juve Nicolò Fagioli martedì ha subito una squalifica di sette mesi da parte della FIGC per aver commesso un errore Parigiin particolare durante le partite di calcio, attraverso piattaforme illegali.

La FIGC formalizza la sanzione di 7 mesi a Fagioli e commina 6 mesi di riabilitazione

Durante l’ultima chiamata da squadra italianadue internazionali Sandro Tonali (Newcastle) e Nicola Zaniolo (Aston Villa) sono stati interrogati dalla polizia che indagava su queste piattaforme illegali.

Tonali ha ammesso al legale della Figc di aver utilizzato queste piattaforme per scommettere in particolare durante le partite della sua ex squadra, il Milan.

Paolo Vecoli

Orgoglioso fanatico di Internet. Esperto di Twitter. Appassionato di musica certificato. Imprenditore. Evangelista malvagio del bacon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *