Dufry vuole rilevare l’operatore italiano delle aree di sosta Autogrill

Oh che differenza! Se stai lasciando un’autostrada tedesca per un’area di servizio, la tua fronte si piega per precauzione. L’atmosfera è cupa, la scelta culinaria è modesta, ma tutto è terribilmente costoso: snack, panini floppy, benzina e diesel lo stesso. In viaggio verso l’Italia, invece, ogni Bambino conosce già la promessa quando si accende all’orizzonte il primo cartello di Autogrill. Il nome del marchio da solo rivela che tipo di panino croccante attende il viaggiatore qui. All’improvviso viene chiamato l’espresso caffè e rappresenta il piacere più che essere solo un vile tirapiedi. È facile dimenticare che anche questa piccola anteprima delle prossime vacanze non costa poco.

Perché Autogrill ha smesso da tempo di concentrarsi esclusivamente sulla trasmissione di un’autentica italianità. Da oltre 20 anni il gruppo persegue la sua internazionalizzazione, investendo massicciamente nella ristorazione aeroportuale negli Stati Uniti e in Canada e ha già aperto ristoranti in Austria e Slovenia, ad esempio. Oggi, il rivenditore svizzero di articoli da viaggio Dufry vuole acquistare l’azienda italiana. L’operazione creerebbe un leader nel travel retail con un fatturato di 13,6 miliardi di franchi e circa 60.000 dipendenti.

Dufry offre complessivamente circa 1,8 miliardi di franchi in contanti e azioni per Autogrill. “Continuiamo a diversificare il gruppo e ad aumentare la nostra resilienza”, ha affermato Xavier Rossinyol, capo di Dufry, che guiderà anche la nuova società. Il maggiore azionista di Autogrill, con il 50%, la famiglia Benetton attraverso la sua holding Edizione, sosterrebbe l’operazione e diventerebbe il principale azionista della nuova società. La fusione, che deve ancora essere approvata dalle autorità garanti della concorrenza, dovrebbe essere finalizzata nel primo trimestre del 2023. Oltre alle azioni della famiglia Benetton, gli svizzeri vorrebbero rilevare anche le restanti azioni e stanno quindi offrendo investitori 0,158 titoli Dufry o 6,33 euro per azione in contanti per ogni carta Autogrill. In risposta all’annuncio, il titolo Dufry è salito in borsa del 5,6%, mentre Autogrill ha perso l’8%.

“Riteniamo che il prezzo di acquisto sia equo”, ha affermato Reto Lötscher, analista della Luzerner Kantonalbank. Nella prima metà del 2022, Dufry ha aumentato le sue vendite del 145% rispetto all’anno precedente. Rispetto all’anno pre-crisi 2019, tuttavia, c’era ancora meno di un quarto. Le due società prevedono di risparmiare dalla fusione sui costi annuali di circa 85 milioni di franchi svizzeri (circa 85,4 milioni di euro).

Ulisse Esposito

"Studente. Specialista del Web. Guru della musica. Esperto di bacon. Creatore. Organizzatore. Tipico viaggiatore. Studioso del caffè. Esploratore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

desi hard porn youjizz.sex vel movie pooja xxx pornojo.mobi indian porrn videos قصص محارم شراميط analotube.net نيك مصرى قديم porn vergin xbeegtube.mobi bangali xxx in 31 tagalog tvteleserye.net ang probinsyano march 8 2022 episode advance full episode
blonde pussy freejavporn.mobi 麻呂の患者は ارضع بزازي fastfreeporn.com عنتيل المحلة sex telugu sex xxxx nimila.net tubetrooper bihari local sex video bigztube.mobi bollywood hq kajal agarwal sex pornspider.info hut sexy video
سكس فدي samyporn.com سكس جد desi xxx clips tubevector.mobi www.x video سكس مؤخره freepornarab.net سكس مخنثين xvxx videos hindisexclips.com free xvideos download shota futa guruhentai.com witch of steel: annerose